Malefici e fatture : l’acqua e l’olio esorcizzato per difendersi e proteggersi

fatture malocchio acqua santaSull’argomento c’è molta confusione, spesso seminata ad arte per confondere maggiormente le idee alle persone che già  hanno le idee confuse.
Partiamo da una considerazione: i malefici, cioè l’arte di fare e ottenere del male con l’ausilio del demonio o di forze negative, esistono. Na abbiamo parlato, e ne parleremo, in altri articoli e sappiamo con certezza che un maleficio, o fattura, è pienamente realizzabile da persone prive di scrupolo.
Ottimi mezzi per proteggersi dal maleficio o dalla fattura è l’uso di “sacramentali” come acqua esorcizzata ( o perlomeno benedetta), olio esorcizzato e sale esorcizzato.
Molti sacerdoti esorcisti usano quasi quotidianamente benedire i sacramentali destinati all’uso di persone colpite o che si sospettano siano stati colpiti da mali malefici.
Ma dove inizia la confusione? Inizia quando persone, altrettanto senza scrupoli, propongono le cosidette “acque spirituali” ( Spiritual Water ) che sono ne pi๠e ne meno delle comunissime acque su cui sembra siano recitate formule e che vengono pubblicizzate e vendute sia in riunioni che su internet.
Chi, ritenendosi vittima, di un male malefico ricorresse a queste acque pseudo-miracolose, in pratica, vedrebbe ben presto la sua situazione peggiorare di colpo.
Dunque, in caso di sospetto, l’unica alternativa è ricorrere all’uso dei sacramentali e in particolare ad olio ed acqua esorcizzata che potranno essere usati anche nell’alimentazione quotidiana.
Una speciale attenzione va rivolta all’olio esorcizzato che ha la caratteristica principale nel dividere, nel separare dal corpo eventuali sostanze maleficate che fossero state ingerite.
Ad esempio nel caso di legature dove viene utilizzato sangue mestruale ( soprattutto nel sud Italia), oppure in caso di gravi malefici dove al malcapitato vengono fatto ingerire sostanze come polvere di cimitero, polvere di ossa sia animale che umana, ecc. , l’olio esorcizzato è davvero “miracoloso”.
Basta dare uno sguardo ad un cestello di oggetti “sputati” da tanti malcapitati e gelosamente custodito dal noto esorcista Padre Gabriele Amorth, per rendersi conto, una volta per tutte, che il potere preternaturale del demonio e delle forze negative è tanto e tale che supera la nostra stessa fantasia.
L’olio esorcizzato aiuta a separare le sostanze “maleficate” e maleficanti” dal corpo: in tantissimi casi fatto bere a persone sospettate di essere state colpite, provoca immediati rigurgiti, vomito, gonfiori al basso ventre e allo stomaco.
Nei casi pi๠“consolidati”, e spesso pi๠gravi, l’uso deve essere prolungato, spesso per mesi e accompagnato da benedizioni e preghiere di liberazione.
L’acqua esorcizzata invece assolve il compito principale (usata per bere e per cucinare) analogo all’olio, ma ha un effetto pi๠generale.
E’ incredibile constatare come persone sospette di essere state colpite da mali malefici facendo uso di acqua esorcizzata notano un repentino cambiamento a partire dal rapporto con gli altri, sul lavoro, in famiglia.
In moltissimi casi si usa far bere acqua esorcizzata all’insaputa della persona su di cui si ha il sospetto : in una buona parte di casi alcune “reazioni” permettono confermare il sospetto. Ad esempio il gusto dell’acqua, pur essendo quella di solito bevuta dalla persona sospetta, sembrerà  alla stessa come disgustoso. I cibi cotti in quell’acqua sembreranno salati, amari, disgustosi. Spesso bere l’acqua esorcizzata comporta anche comportamenti strani e qualche volta violenti. Sono tutti sintomi che aiutano a capire che la persona con tutta probabilità  è stata vittima di qualche maleficio, di qualche fattura.
Anche durante le benedizioni del sacerdote esorcista, l’uso di questi sacramentali aiuta tantissimo e afffretta la “liberazione”.
Ovviamente ci riferiamo ad acqua e olio esorcizzati da un padre esorcista, e non a quelle strane acque e oli venduti, spesso a caro prezzo, da individui privi di scrupolo.