TAROCCHI AMORE

CARTE NAPOLETANE


ECCO IL CONSULTO CHE HAI CHIESTO

Ecco il tuo consulto gratis con le Sibille dell'Amore : dopo la stesa trovi il significato delle tue carte.


ECCO IL SIGNIFICATO DELLE TUE CARTE

Cosa suscitavi in lui in passato

Re di spade

Un uomo che ha autorità, autorevole, giusto . E' anche un professionista , un avvocato, un medico, un magistrato , un uomo che veste divisa, dunque un poliziotto, un militare. Individua anche il marito, il padre, il fidanzato. In amore può significare freddezza nei sentimenti, svogliatezza, incapacità a impegnarsi. E' la Giustizia, intesa sia come umana che divina : è ordine, disciplina.


Cosa pensava di te in passato

Re bastoni

Uomo tra i 30 e i 50 anni, di successo, autorevole . Può essere il marito, il fidanzato, il suocero, il padre, un capoufficio, un sacerdote, un uomo sposato, un separato. Un commerciante, un professionista, un uomo colto , fiusto e prudente. Un uomo fedele e sincero. Rappresenta fedeltà, esperienza, maturità, autorità, prudenza. Armonia familiare, evento lieto, matrimonio, evento importante, buona armonia nella coppia, intesa tra coniugi.


Cosa pensa di te nel presente

Re coppe rovesciato

Uomo fondamentalmente libertino, poco sincero e disponibile per gli altri, egosita, infedele, disonesto e qualche volta debole e vile. Si nasconde dietro gli altri anche quando la responsabilità è sua. Tra coniugi sono possibili discordie, malintesi, infedeltà, timore reciproco. Sul lavoro sono possibili tradimenti da parte di colleghi, cambiamenti negativi dell'ambiente di lavoro, ingiustizie di varie entità e portata. Rappresenta la possibilità di corruzione, di egoismo : situazioni e persone ambigue, senza o con scarsi valori, pregiudizievoli, insensibili.


Cosa pensera' di te in futuro: quello che potrebbe essere

Asso coppe rovesciato

E' principalmente un rapporto in trasformazione, in mutazione, non sempre da intendersi in senso positivo. Notizie negative o non positive riguardo casa, famiglia, parenti. Un periodo di rinunce, di attesa, di paziente sopportazione in attesa di tempi migliori. Vendita, donazione, eredità. Qualcosa finalmente evolve e si sblocca positivamente anche se negativa.


UN CONSULTO GRATIS CON LE CARTE NAPOLETANE

Sicuramente le loro origino sono antichissime, forse già nel X secolo venivano usate.

Fanno parte dell'antichissima e misteriosa cultura divinatoria napoletana, con i significati tramandati da generazioni da madre a figlia.

Siamo riusciti , in anni di lavoro, a recuperare gran parte di questo patrimonio divinatorio partenopeo, quello , per intenderci, custodito dalle anziani cartomanti o fattucchiare napoletane.

Le cartomanti partenoepee venivano spesso chiamate anche Fattucchiare perchè spesso erano dedite, e sempre con molto successo, alle arti magiche .

Dal semplice malocchio che le Fattucchiare sapevano ben togliere e annientare, ai riavvicinamenti d'amore, alle ricomposizioni familiari, al propiziare fortuna e danaro.

Ancora ai giorni nostri esistono alcune zone dove è viva questa tradizione : ad esempio la zona di Pugliano ad Ercolano, sotto l'ombra del vesuvio

La tradizione divinatoria partenopea trova riscontro nelle cosidette moglie dei soldati , ovvero le donne dei militari in guerra che spesso si recavano dalle cartomanti per conoscere la situazione del fronte e la sorte dei propri mariti o fidanzati.

Abitualmente queste cartomanti erano le anziane del paese che spesso annotavano ciò che era stato loro tramandato in dei quadernetti : è proprio da uno di questi che abbiamo tratto i metodi e i significati che possono differire da quelli che , spesso, si vuol far passare per i significati di queste carte.

In ultimo bisogna ricordare che questi tipi di fattucchiare , abitualmente, si dividevano in due specie : quelle bonarie , che usavano togliere malocchi, fatture , predire il futuro, propiziare ritorni e fortuna.

Ma vi erano, e vi sono ancora, quelle che il grosso del popolo evitava accuratamente , in grado di usare poteri strani con il fine di nuocere agli altri. In pratica di operare Fatture.

Siate semplici sia nel porre il quesito all'Oracolo, sia nell'acccettarne il responso.